domenica 24 novembre 2013

Geoffrey



 Chissà se vi ricordate di lui...  
Se vi dicessi solo il suo nome, come mi è capitato di fare con alcuni amici, mentre questa scultura era in "work in progress", magari non lo ricordereste... ma se vi citassi il nome di alcuni film in cui è stato protagonista come "Shine" e "La migliore offerta" oppure "Hector Barbossa" nella saga dei "Pirati dei Caraibi" sono sicura lo riconoscereste in questa mia scultura... o almeno spero! ^_^
Si tratta di Geoffrey Rush.

 Beh, molti mi hanno chiesto il perchè di questa scelta da parte della committente tra l'altro giovanissima.... Certo come mi è stato detto da una mia  amica, il soggetto non è un Adone, però spero vi piaccia come modellato in sè...
 Devo dire che ha richiesto parecchio tempo, perchè per rendere realistico il suo corpo ho dovuto procedere alla maniera che si usa per le ooak con il prosculpt.
 E non solo... la tunica è stata la parte più complessa perchè è l'elemento di sostegno e di equilibrio, dato che Geoffrey non ha alcuna base d'appoggio.
Ma vi racconto un pò il perchè di questa creazione, da quale esigenza è nata...

Perchè effiggiare un attore, neanche tanto bello e giovane? L'attore e produttore cinematografico Geoffrey Rush  rammentava a questa sensibile ragazza una persona a lei molto cara, deceduta da qualche anno. Non possedendo altro che ricordi destinati a svanire col tempo, ha desiderato affidarmi il compito di realizzarle una scultura che lo rappresentasse.

(Dalla mail ricevuta della giovane committente)

"Questa creatura, è scaturita da un sogno di pace, d'amore. Quante volte, indipendentemente dal contesto in cui ci troviamo, avvertiamo un brivido di solitudine, un brivido di eternità. E capita di proiettarci nel tempo, immaginarci soli, senza nessun altra compagnia se non quella della propria ombra. Da questo bisbiglio e da una predisposizione per le discipline artistiche è nato il desiderio di questa creazione.
Io lo vedevo essenziale, avvolto da nubi....
 Eppure, malgrado l'intensità amorosa di questa visione, non riuscivo a scorgere nient'altro che un lampo bianco, come il baluginare latteo di un gabbiano in volo. E il profumo, caldo e vetusto, di gelsomino. Concita, con la metodica pazienza di un giardiniere rinascimentale, hai estratto la mia idea di Geoffrey dalla tenebra confusa che mi ottenebrava. "Guarda" sembrava dirmi" è questo quello che vuoi! Non una figura idealizzata (come credevo all'inizio), ma QUESTO!"

Vi sarete chiesti, ma perchè ha una tunica?
"La tunica non è solo un elemento di sostegno o un indumento atto a coprire le sue nudità, la tunica oltre a far acquistare importanza ed eleganza alla sua figura, è una sua seconda pelle dove tra le pieghe nasconde ricordi, frammenti della propria vita. Con il suo andamento sinuoso avvolge quel suo corpo che con un gesto... la sua mano protesa mi invita a diventare parte di se poichè è stata creata per appartenermi. Quella tunica è poesia, quella che io tanto amo..." 

Beh... non potevo mai immaginare che attraverso una scultura potessi dare tanto ed io ringrazio sempre tantissimo chi me l'ha commissionata, non solo per la sfida che ha rappresentato, per le cose imparate mentre la modellavo, ma anche perchè mi ha donato una piccola parte di se volendomi fare partecipe dei suoi desideri e ricordi.

Geoffrey è in pasta di mais, alto 20 cm con armatura in fil di ferro all'interno. La sua tunica invece è in pasta frumina, ecco perchè è così candida :)

Spero vi piaccia :)
vi abbraccio augurandovi una buona domenica <3


16 commenti:

  1. Ciao Conci...
    La realizzazione di questo viso, così complesso nel suo insieme - proprio perché non comune, non semplice- ha dell'incredibile, soprattutto considerando il fatto che è interamente in pasta di mais. Lo sguardo è praticamente fotocopiato, gli altri tratti tutti presenti ( cosa già di per sé difficilissima) ed anche molto fedeli. Altra caratteristica - te lo dico terra terra- per cui sono rimasta a letteralmente a bocca aperta è stata la realizzazione del busto con la sua muscolatura, già complessa a mio avviso anche solo da realizzare a matita, figuriamoci in pasta!
    Racconti che la tunica è stata la parte più complessa (e da quel che spieghi, lo credo bene) ma il mio si è presentato ben prima.
    Sei stata Formidabile (oggi non mi viene altra parola) e la creazione artistica, anche per del suo grado di difficoltà oltre che per il risultato finale, è affascinante!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...Volevo dire "il mio stupore" ...e poi mi sono mangiata la parola XD!
      Ci siamo capite, però !:D Bacio grandissimo :********

      Elimina
  2. Lauretta nn so come ringraziarti per aver compreso e apprezzato questo mio lavoro.
    Grazie per aver notato tutto il lavoro nel suo insieme e per averlo valorizzato nel tuo commento.
    Grazie per aver commentato... forse a molti non sarà piaciuto, so che è un lavoro particolare e potrebbe anche non incontrare i gusti di molti, però per me ha rappresentato una sfida proprio perchè in pasta di mais, così difficile da lavorare per le cose complesse come l'anatomia.
    Mi spiace un pò fare ritratti ti dico la verità, perchè qst blog era nato per qualcosa che riguardasse il nostro essere un pò bambini, qualcosa che avesse a che fare con un mondo incantato, di fiabe...ma anche di sogni, e Geoffrey era il sogno di questa ragazza, come avrei potuto rifiutare di farlo?
    Spero che molti capiranno...
    grazie infinite.
    bacione grandeee!!

    RispondiElimina
  3. E' un vero peccato questa assenza di commenti! Non so a cosa attribuirla, forse all'insolito soggetto. Mi sarebbe piaciuto che, al di là del personaggio che a molti può non dire nulla, che fosse apprezzato il lavoro mirabile richiesto: la modellazione di una figura umana realistica è difficile già con le paste sintetiche, non oso immaginare con la pasta di mais! Inoltre, riesci sempre a infondere una grazia soprannaturale alle figure, sebbene aride come i ritratti e lontane dal mondo infantile e purissimo delle fatine! Capisco e comprendo il tuo desiderio di leggerezza, di svincolarti dai legami con la realtà....sai, che lo condivido! Hai superato te stessa con questa meravigliosa creazione!

    Un abbraccio
    Ely

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie anche a te cara Ely per il tuo sostegno :) grazie per aver compreso o immaginato le difficoltà incontrate. Grazie per ciò che vedi al di là del lavoro e della modellazione stessa, se riesco a trasmettere qualcosa di così bello non posso che esserne felice :)
      grazie mille!!

      Elimina
  4. Ed in fin dei conti, i sogni sono tali perchè non possono essere inquadrati in qualcosa di fisso..Variano, si illuminano di luce diversa per ognuno di noi. Alla fine, chi ha detto che debbano racchiudersi solo nel fantastico, nella favola? Le ali dei sogni, volano dove pare a loro... Ed è giusto così! Altrimenti, non potrebbero essere davvero sogni :D.
    Concita, grazie a te per la sensibilità e la gentilezza che mostri sempre!
    Sono convintissima che anche questa creazione ha colpito molto, a prescindere dal numero dei commenti inseriti fino ad ora, che poi varia per tante cause diverse, ogni volta...Come sono convinta che presto avrai conferma di questo! Ancora un abbraccio grande grande .. A presto!! :**********

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Laura, mi incoraggi tanto <3

      Elimina
  5. :O questa è un'opera d'arte, punto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marianna <3 non so se hai letto i commenti sopra... il tuo commento insieme a quelli di Ely e Laura mi incoraggia tantissimo.
      un abbraccio forte

      Elimina
    2. E' la verità, sei un'artista amica mia :)

      Elimina
  6. Sei stata bravissima!!!! come sempre! Sei riuscita a cogliere i suoi tratti! Soggetto difficilissimo per non parlare che è senza una vera base! La "firma" di questo lavoro tu la metti con la grazia che riesci a donare alle tue creature ^__^

    RispondiElimina
  7. Luciaaaa!!! Grazie milleeee!! Scusami tanto mi sono accorta solo adesso del tuo commento, non sai quanto piacere mi faccia riceverlo!! Grazie di vero cuore <3

    RispondiElimina
  8. Complimenti, sei veramente bravissima!

    RispondiElimina